Il Riflesso Olistico: la dimensione degli eventi

Grande evento…grande reazione.
Piccolo evento…piccola reazione.

Sembra un assioma scontato vero? Eppure abbiamo ribaltato questo piano…

Grande evento…piccola reazione

Chi inorridisce davanti ad una scena di bambini che muoiono di fame?
Chi va a letto piangendo pensando a tutte le guerre nel mondo? A tutto il sangue versato al posto dell’acqua sulla nostra Terra?
Chi si ferma per un solo istante durante la propria giornata di lavoro pensando a tutti gli animali sull’orlo dell’estinzione?
Piccola reazione…si va avanti…è così che devono andare le cose…è la vita…giusto?
Pensiamo e diciamo così vero?

Piccolo evento…grande reazione

Chi non è pronto ad impugnare una mazza chiodata se il pensionato con la P sul parabrezza ci taglia la strada alla rotonda dove abbiamo diritto di precedenza?
Chi non è pronto a linciare la bambina di turno che ci pesta i piedi alla fila del supermercato mentre gioca con il fratellino?
Chi non è pronto alla vendetta se il nostro partner ci tradisce o non corrisponde alle nostre aspettative?
Piccolo evento…bisogna vendicarsi…buoni si ma fessi no…se non attacchi sarai sotto attacco…giusto?
Pensiamo e diciamo così vero?

Ma la Vita è articolata, meravigliosamente intricata ma fondata su basi semplici.
Se va avanti da miliardi di anni è perché è semplice, non facile, ma funzionale, flessibile!

Grande evento…grande reazione: un bacio, un abbraccio, il Sole che sorge, gli alberi mossi dal vento, il mare che coccola i pesci, l’erba che spunta ogni giorno, la Terra che ci sfama, le nuvole che ci portano la pioggia…GIOIA!

Piccolo evento…piccola reazione: uno sgarbo, il telefono che casca dal comodino, una precedenza non data allo Stop, un sorriso non ricevuto…rammarico, tristezza, rabbia…ma che ti portano sempre alla meta finale…GIOIA!

 

 

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: