Cosa vogliono dirci le Articolazioni?

Se vedessimo il nostro corpo come una città autosufficiente, dove ogni istante avvengono scambi commerciali (liquidi, componenti nutritive, tossine, materiale di scarto, ossigeno, anidride carbonica), connessioni tra quartieri (interconnessione tra organi e sistemi), le articolazioni rappresenterebbero i pontiche sorreggono l’intera struttura stradale ( sistema osseo, nervoso, linfatico, dermatico, circolatorio).

La prima articolazione che incontriamo lungo il nostro viaggio è quella della spalla. Ha il compito di sorreggere il cranio, parte del busto e di collegare gli arti superiori al tronco permettendone, attraverso una fitta rete di nervi, tendini, muscoli, ossa, tutti i movimenti e la loro naturale salute.

La seconda articolazione sul nostro tragitto è quella del gomito: è un’articolazione sinoviale, che collega l’omero alla mano, passando per il radio e per l’ulna, ossa lunghe dell’avambraccio. Al contrario della spalla, è estremamente stabile e consente esclusivamente un movimento a perno (diviso in due fasi: flessione ed estensione), che consente alla mano di avvicinarsi alla parte superiore del corpo.

Il polso è l’ultima articolazione del nostro viaggio nei quartieri alti ed, è davvero un ponte con il Mondo, perché ci accompagna alle mani, le sedi del nostro fare, del nostro contatto, del nostro incontrare, toccare e, metterci in gioco nel Mondo.

La frattura, tra tutte le disarmonie è sicuramente tra le più dolorose e, proprio come per la ricostruzione di un ponte crollato, occorre tempo, pazienza, tanta riabilitazione, per far tornare l’articolazione al suo stato ottimale.

prenota_massaggio_riflessologia_padova

Ciclo di trattamenti olistici consigliato (clicca qui)

Articolo Completo (clicca qui) 

Prodotto Consigliato (clicca qui)

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: