Prenditi cura della tua lingua con la Riflessologia Olistica

 

La lingua è come uno Chef con anni ed anni di esperienza, capace di riconoscere a primo impatto ciò che può farci del bene, da ciò che può recare un danno al nostro organismo. Lavora i equipe con 9000 papille gustative posizionate per la maggior parte sulla sua parte superiore (cioè rivolta verso il palato).

Assieme alle papille gustative lavorano anche i villi ed i peli presenti nelle narici, che agiscono da filtro e da barriera per percepire ciò che può rappresentare cibo, nutrimento per il nostro corpo. Ma anche in questo caso le papille gustative hanno il ruolo principale: riescono a reagire ad una quantità di stimoli 25mila volte superiore a quella dei recettori olfattivi. Un esempio pratico è rappresentato quando abbiamo di fronte una pietanza che sembra avere un buon odore; l’ultima parola sul “ingerirlo / non ingerirlo “ spetta alla lingua: se il sapore viene riconosciuto come non idoneo, il cibo viene rifiutato.

La lingua rappresenta un essere umano in miniatura, con la testa rappresentata dalla punta della lingua e via via tutto il corpo. L’emozione correlata è quella della Gioia, che attraverso di essa( nella fattispecie attraverso il canto e parole di Vita) stimola il cuore, inteso come centrale del calore dell’energia e, l’intestino tenue, il cervello presente nell’addome ( da qui l’espressione “decisioni di pancia”).

Secondo la Riflessologia Olistica tutte le patologie inerenti la lingua come perdita del gusto, balbuzie, difficoltà nella deglutizione, sono connesse all’espressione dell’emozione, alla Parola attraverso cui esprimiamo noi stessi.

Massaggio Consigliato clicca qui

Leggi articolo completo clicca qui

Prodotto consigliato clicca qui

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: