La Lingua in Riflessologia Olistica

 

La lingua è come uno Chef con anni ed anni di esperienza, capace di riconoscere a primo impatto ciò che può farci del bene, da ciò che può recare un danno al nostro organismo. Lavora i equipe con 9000 papille gustative posizionate per la maggior parte sulla sua parte superiore (cioè rivolta verso il palato).

Ogni sillaba, parola, silenzio, respiro è articolato dalla lingua. Tutto ciò che diciamo parte dal cervello ed arriva alla lingua che attraverso la rete nervosa, nelle vesti del nervo ipoglosso permette tutti i movimenti della fonazione ( i nervi trigemino, facciale, glossofaringeo si occupano della masticazione e della deglutizione).

Ci piace una persona, la troviamo attraente (anche grazie al nostro olfatto che recepisce l’odore di questa persona), ma sarà la lingua a decidere il definitivo si o no. Il bacio è il momento in cui due persone uniscono parti di sé, cominciando a fondere corpo, mente e spirito. Le lingue dei due innamorati rappresentano una stretta di mano, un abbraccio, un sorriso, uno scambio di sguardi: se questo contatto non è armonioso tra le parti, è molto probabile che il rapporto si fermi sul nascere.

I massaggi consigliati sono svariati: riflessologia olistica plantare che agisce sui riflessi del cuore, dell’intestino tenue, i plessi nervosi relativi, ipofisi, epifisi, ipotalamo e tiroide.

Massaggio consigliato clicca qui

Prodotto consigliato clicca qui

Articolo completo clicca qui

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: