Piacere! Sono la Riflessologia!

E’ comprovato che la Riflessologia Olistica non ha effetti collaterali, ma seguendo la legge di Hering (clicca qui )

bisogna sottolineare come ci siano delle reazioni da parte del corpo a seguito del massaggio.

Durante il massaggio il corpo o per via diretta (massaggi olistici) o per via riflessa (riflessologia olistica plantare)

viene stimolato affinché si attivi e si avvicini ad un livello di Benessere gradualmente crescente.

 

Come nel tuffo in mare, prima di risalire in superficie molto spesso tocchiamo un punto più basso; dopo un massaggio le reazioni più frequenti sono:

  • giramento di testa
  • senso di nausea
  • fame
  • sete

Il nostro consiglio:

Approcciarsi al massaggio come ad un momento di sacra intimità con il proprio Io, in cui vengono lasciate fuori ansie, paure, preoccupazioni, tensioni e si cerca anzi di scioglierle affidandole alla Vita.

La fine del massaggio è altresì importante:

Svegliarsi, ritornare alla “realtà”, alzarsi lentamente dal lettino per permettere alla nostra dimensione corporea di riprendere contatto con ciò che ci circonda.

Il post massaggio è la fase cruciale:

Come quando andiamo in palestra o facciamo attività fisica, il muscolo si sviluppa non durante gli esercizi, dove recepisce gli input ma nella fase di riposo, anche le nostre 3 dimensioni (spirito,mente e corpo) si riarmonizzano nella fase di non massaggio, dove i riflessi ricevuti vengono assimilati.

E per finire:

La buona riuscita del massaggio dipende in grande misura dal desiderio di Benessere del cliente, che si prodiga per star meglio, per lasciare andare vecchi rancori e paure e prendere slancio verso la propria Gioia!

Funzionamento della Riflessologia

La Riflessologia Olistica Plantare : domande frequenti
Di seguito trovi le domande frequenti sulla Riflessologia Olistica Plantare, il suo funzionamento,
ciò che può fare e ciò che non può fare.

E’ UNA CURA/TERAPIA MEDICA?

 Non è una cura o terapia medica, visto che non può curare come la medicina convezionale allopatica 

PUÒ PRESCRIVERE MEDICINALI?

Non può prescrivere medicinali nè tantomeno consigliare al cliente di sospenderne l’assunzione

PUÒ TRATTARE PAZIENTI?

La Riflessologia tratta esclusivamente clienti e non pazienti. Essendo una pratica volta al benessere si può parlare solo di clienti. La medicina convenzionale tratta pazienti.

SI CONCENTRA SULLA SOPPRESSIONE DEL SINTOMO?

No. Al contrario della medicina allopatica, essendo una pratica eziopatogenetica  da molto valore alla causa dell’insorgere di una disarmonia (malattia). Non elimina il sintomo ma lo sfrutta per aiutare il cliente a capirsi e ritrovare il benessere.

TRATTA/STUDIA LE MALATTIE? 

Non può trattare/studiare le malattie. In Riflessologia non si parla di malattia ma di disarmonia intesa come stato di non-armonia. Il riflessologo interpreta  la disarmonia come un segnale portatore di un messaggio,  che se compreso ed accettato, aiuta il cliente a ritrovare il proprio benessere.

QUALE LEGGE REGOLAMENTA L’ATTIVITÀ DELLA RIFLESSOLOGIA? 

In Italia la normativa, che regola l’attività della Riflessologia Olistica Plantare  e delle discipline nel settore olistico in generale, è la legge 4 del 14 gennaio 2013. Di seguito uno stralcio:

 4. L’esercizio della professione e’ libero e fondato sull’autonomia,sulle competenze e sull’indipendenza di giudizio intellettuale e tecnica, nel rispetto dei principi di buona fede, dell’affidamento del pubblico e della clientela, della correttezza, dell’ampliamento e della specializzazione dell’offerta dei servizi, della responsabilita’ del professionista.

PUÒ ALLEVIARE LO STRESS? 

Si, può alleviare lo stress. Massaggiando particolari punti dei piedi stimola dei riflessi, che portano il cliente a rilassarsi ed alleviare lo stress.

COS’ALTRO PUÒ  ALLEVIARE LA RIFLESSOLOGIA? 

La Riflessologia può alleviare:

  • tensioni muscolari
  • difficoltà digestive

  • dolori ossei

  • disturbi del ciclo del sonno

  • stitichezza, alterazioni del tratto intestinale

LA RIFLESSOLOGIA FAVORISCE? 
  • rilassamento

  • benessere

  • consapevolezza ed autostima

  • ciclo del sonno gradevole

  • scioglimento delle tensioni muscolari

  • ciclo regolare della digestione

  • ciclo regolare dell’evacuazione di tossine e feci.

PUÒ CONSIGLIARE DI SOSPENDERE UNA TERAPIA/CURA?

 Un riflessologo non ha le competenze mediche, nè la conoscenza per essere in grado di consigliare la sospensione di una cura o di una terapia. In Riflessologia i sintomi non vanno mai eliminati, ma “illuminati”. Un buon riflessologo non entra mai in competizione con il medico curante,ma cerca la sua collaborazione.

PRENOTA QUI

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: